"L'invito" di Piera Carlomagno al Garfagnana in Giallo

Il romanzo della salernitana finalista al VI Premio nella sezione eBook

l invito di piera carlomagno al garfagnana in giallo
Salerno.  

L’invito”, romanzo noir della salernitana Piera Carlomagno, pubblicato da Compagnia Editoriale Aliberti di Roma in LOVE, prima collana di eBook interamente dedicata all’amore, diretta dalla scrittrice Cinzia Giorgio, è finalista al VI Premio Garfagnana in Giallo, nella sezione eBook, di cui è stata vincitrice nel 2014 con il romanzo “L’anello debole”. La cerimonia di premiazione avrà luogo alla Fortezza Mont’Alfonso di Castelnuovo di Garfagnana, in provincia di Lucca, sabato 26 novembre.

Il rosso della passione e il nero dell’anima sono i colori che si intrecciano in questa storia che, considerata la precedente produzione di gialli e noir dell’autrice, ha trovato la sua giusta collocazione in “Lovesick”, una delle dieci “sottocollane”, dedicata al mistero. L’eBook è disponibile su Amazon, BookRepublic, IBS, La Feltrinelli, Libreria Universitaria, Streetlib Store.

La storia. Mirella ha avuto fortuna. Dopo aver vissuto un’adolescenza di stenti, in una famiglia emigrata dal Sud, nella squallida periferia di una città che le era estranea, ha sposato Paolo, ingegnere di successo, e si è trovata improvvisamente inserita in un mondo scintillante di ricchezza e benessere. Con due figli, un marito devoto, viaggi, feste, abiti e gioielli: “Cosa vuoi di più?” usa chiederle la madre-padrona, che l’ha spinta a realizzare quelli che in realtà erano i propri sogni. Mirella, bellissima e dotata di un intuito fuori dal comune, ha dentro un’inquietudine a cui non sa dare voce e dipinge di nascosto, cominciando così a percorrere una strada parallela, mentre strani episodi incrinano la perfezione della sua famiglia. Quando, durante un week end di settembre, accompagnerà Paolo a Roma per un congresso, le accadrà qualcosa che non si sarebbe mai aspettata e che cambierà completamente il corso della sua vita e non solo. Il rosso della passione incontrollabile e il nero profondo dell’anima si intrecciano in questo romanzo breve, in cui all’inconsapevolezza e alla superficialità, subentra prima una prepotente voglia di dare forma alle azioni e alle parole, poi la capacità di tessere un gioco sottile e crudele

Piera Carlomagno, giornalista professionista, scrive su Il Mattino di Napoli e cura la Comunicazione per alcuni Enti. Con CentoAutori ha pubblicato i romanzi gialli “Le notti della macumba” (2012), finalista al Premio Tedeschi 2011 e “L’anello debole” (2014) Premio Garfagnana in Giallo sezione ebook IV edizione (2014), Premio Speciale Giuria Proviero Città di Trenta VII edizione (2014), Premio Assoluto Casa Sanremo Writers V edizione (2015), Premio Lomellina in Giallo V edizione (2015), Menzione Speciale della Giuria del Festival Giallo Garda II edizione (2016). Nel 2013 ha vinto il Terzo Premio Carlo Levi della Fondazione Giorgio Amendola di Torino con il racconto “L’elettore”. Ha curato l’antologia “I delitti della città vuota” Atmosphere Libri Editore. Altri racconti sono presenti in antologie. E’ presidente dell’associazione noir “Porto delle nebbie” che cura la sezione “Largo al giallo” del Salerno Letteratura e organizza “le notti di Barliario”. Ha pubblicato quattro guide turistiche. E’ laureata in Lingua e letteratura cinese e ha tradotto un’opera teatrale del Premio Nobel Gao Xingjian.

Redazione Salerno