Scafati, Lardo: "L'assenza di Goodwin non ci aiuta"

I gialloblu dell'Agro affronteranno l'Orlandina nel tentativo di riscatto dopo il ko con Agrigento

scafati lardo l assenza di goodwin non ci aiuta
Scafati.  

Dopo il ko con Agrigento, che ha posto fine alla striscia di vittorie, la Givova Scafati è lanciata verso la sfida contro Capo d'Orlando, seconda in classifica e reduce da una fase da leader: "La nostra prossima avversaria, Benfapp Capo D’Orlando, è una delle formazioni più in forma del momento, che si giocherà sicuramente fino alla fine le proprie chance di promozione diretta in massima serie. - ha spiegato il coach dei gialloblu dell'Agro, Lino Lardo - Tranne l’ultima partita ad Agrigento, anche noi siamo però reduci da un buon periodo. L’assenza di Goodwin non ci aiuta, ma siamo motivati e vogliamo completare la nostra marcia di avvicinamento ai play-off nel miglior modo possibile. Ci restano ancora da disputare sei partite di stagione regolare e la prossima è un test molto importante, perché affrontiamo un collettivo molto forte, che dispone di una bella coppia di americani, sicuramente di categoria superiore. I siciliani giocano una pallacanestro tanto semplice, quanto redditizia, per cui dovremo scendere in campo assetati di vittoria, con grande intensità, consapevoli che la chiave della sfida sarà la difesa e la determinazione che metteremo in campo, sperando di poter contare ancor di più sull’aiuto del nostro pubblico".

Marco Ammannato presenta così la sfida: "Siamo delusi della sconfitta subita ad Agrigento perché per circa 35’ abbiamo retto bene il campo, nonostante l’indisponibilità di Goodwin, che per noi è fondamentale. - ha affermato il capitano di Scafati - Ora però dobbiamo rimetterci in carreggiata. Al PalaMangano arriva la seconda in classifica, reduce da cinque successi di fila. Non sarà un match facile, ma vogliamo i due punti e soprattutto vogliamo riscattarci dalla batosta subita all’andata in terra siciliana. Dovremo fare i conti con due americani molto forti, ma anche con Bruttini sotto le plance e giovani interessanti, che in campo sanno starci e sanno cosa fare. Spero di vedere un palazzetto pieno, perché meritiamo il supporto dei nostri tifosi, il cui sostegno per noi è fondamentale".