Cavese, Cannistrà: "Qui c'è davvero tutto per fare bene"

Il difensore, prestato ai metelliani dalla Spal, svela un retroscena sul suo arrivo in blufoncé

Cava de' Tirreni.  

È alla sua prima esperienza professionistica, Paolo Cannistrà, difensore arrivato alla Cavese in prestito dalla Spal, dove si è brillantemente disimpegnato nel campionato Primavera fino a conquistarsi la stima e la fiducia del tecnico della prima squadra, Leonardo Semplici, che nella scorsa stagione lo ha spesso aggregato al suo gruppo fino a fargli “respirare” l’aria della Serie A, portandolo in panchina sia in campionato, sia in Coppa Italia. Il calciatore calabrese - è originario di Chiaravalle Centrale, in provincia di Catanzaro - è un centrale con il vizio del gol: nell’ultimo campionato Primavera ne ha messi a segno ben 3. “Sulla piazza di Cava de’ Tirreni ho ricevuto ottime referenze dal mio amico Riccardo Spaltro.” - ha spiegato Cannistrà - “Non ho avuto dubbi nell’accettare il trasferimento. Spaltro mi ha parlato di un ambiente tranquillo e di una tifoseria molto vicina alla squadra. Elementi importanti per fare bene.” Nel video in apertura, gentilmente concesso dall'ufficio stampa della Cavese Calcio 1919, il video integrale dell'intervista.