Salernitana: Gregucci vara il 3-4-1-2, Minala subito in gruppo

L'ultimo arrivato va verso la prima convocazione, al pari di Bernardini: domani la rifinitura

salernitana gregucci vara il 3 4 1 2 minala subito in gruppo
Salerno.  

C’era anche Joseph Minala questo pomeriggio sul prato del “Mary Rosy” dove la Salernitana ha effettuato il penultimo allenamento in vista della trasferta di Palermo. Il centrocampista camerunense, dopo aver firmato stamane il contratto nella sede sociale del club, si è subito messo a disposizione di Angelo Gregucci ed è molto probabile che possa partire anche con la squadra per la Sicilia, al pari di Bernardini che collezionerà la prima convocazione a distanza di un anno dall’ultima volta. L’arrivo di Minala e il recupero di Akpa Akpro rendono meno complicata la situazione in mediana dove il tecnico del cavalluccio marino dovrà fare a meno dello squalificato Castiglia e degli infortunati Odjer e Di Gennaro. Ancora fermo ai box anche Schiavi che non sembra in grado di recuperare per la prima sfida del 2019.

Gregucci anche questo pomeriggio si è soffermato molto sulla fase tattica, chiedendo ai suoi grande attenzione in fase di costruzione del gioco e precisione nel controllo di palla. Un lavoro che il tecnico di San Giorgio Ionico sta portando avanti da giorni per ridurre al massimo gli errori e migliorare le trame offensive della Salernitana. L’allenamento è terminato con esercitazioni su calci piazzati.

 Da un punto di vista tattico, Gregucci sembra intenzionato a dare continuità a quanto sperimentato nell’amichevole disputata la scorsa settimana contro il Rieti, proseguendo sulla strada del 3-4-2-1. A Palermo potrebbe essere schierato Jallow nel ruolo di unica punta con due trequartisti (Rosina e André Anderson) alle sue spalle. In rampa di lancio c’è anche Djavan Anderson che dovrebbe partire dal 1’ sull’out di destra. 

L’ex collaboratore tecnico di Roberto Mancini, in ogni caso, approfitterà della seduta di rifinitura in programma domani mattina (ore 10,30) al “Mary Rosy” per sciogliere gli ultimi dubbi e scegliere l’undici che scenderà in campo al Renzo Barbera.