Niente play-out: Salernitana e Venezia salve

In serie C le tre squadre retrocesse sul campo e il Palermo. Almeno per ora...

niente play out salernitana e venezia salve
Salerno.  

Il clamoroso colpo di scena è arrivato al termine di una giornata concitata che ha stravolto alcuni dei principali verdetti del campionato di serie B. Dopo la retrocessione in serie C del Palermo decretata dal Tribunale Federale Nazionale, il Consiglio direttivo della Lega Nazionale Professionisti Serie B ha completato il quadro delle retrocessioni con le tre squadre già retrocesse sul campo (Foggia, Padova e Carpi) e la quarta decisa dalla giustizia sportiva (Palermo). Una decisione che, di fatto, fa saltare il play-out tra Venezia e Salernitana, classificatesi rispettivamente quintultima e quartultima. Uno scenario che potrebbe cambiare nuovamente venerdì quando il Collegio di Garanzia del Coni sarà chiamato a pronunciarsi sul ricorso con il quale il Foggia spera di ottenere una riduzione della penalizzazione di 6 punti. Ricorso presentato anche dal Palermo che impugnerà la decisione presa dal Tribunale Federale Nazionale. Nel frattempo la Salernitana domani si ritroverà regolarmente al centro sportico Mary Rosy per riprendere la preparazione. Aspettando le ultime decisioni della giustizia sportiva.  

Di seguito il comunicato ufficiale della Lega di B:     

«Il Consiglio direttivo della Lega Nazionale Professionisti Serie B, riunito in data odierna, vista la sentenza pubblicata il 13 maggio 2019 del Tribunale Federale Nazionale, immediatamente esecutiva, relativa all’U.S. Città di Palermo, ha deliberato all’unanimità di procedere con le partite dei playoff con le date già programmate lo scorso 29 aprile. In conformità al suddetto dispositivo procede al completamento delle retrocessioni, di cui tre già avvenute sul campo in data 11 maggio 2019 (Foggia, Padova, Carpi) e la quarta (Palermo) decisa dalla Giustizia sportiva».

Il Foggia, intanto, è pronto per una nuova battaglia legale: «La società Foggia Calcio - si legge in una nota diffusa in serata -, preso atto dell’odierna decisione del consiglio direttivo della Lega Nazionale Professionisti di Serie B, sta valutando con i propri legali le iniziative più opportune a tutela degli interessi del Foggia Calcio e dei suoi tifosi».