Cittadella, Venturato:"Ottanta minuti di grande calcio"

D'Urso:"La Salernitana è una squadra forte, nel finale abbiamo rischiato di essere rimontati"

cittadella venturato ottanta minuti di grande calcio
Salerno.  

Nel corso della trasmissione “Off Side”, in onda su Otto Channel 696, è intervenuto il tecnico del Cittadella Venturato che non ha nascosto un pizzico di amarezza per un finale di gara dove i suoi hanno rischiato addirittura di subire un clamoroso pareggio. “Abbiamo fatto ottanta minuti di grande calcio, potevamo fare anche il quinto gol. Dopo aver fallito queste occasioni abbiamo subito il ritorno della Salernitana. Il rigore per gli ospiti mi è sembrato generoso ma non possiamo soffrire così nel finale dopo aver fatto una prestazione simile”. Venturato invita i suoi ad una maggiore attenzione nelle prossime sfide. “Questo finale di partita ci deve far riflettere. E importante avere la visione corretta delle situazioni e saperle gestire. Dobbiamo lavorare ancora tanto per crescere anche nella gestione“.

Se il Cittadella sorride, non fa altrettanto la Salernitana. “Sempre difficile parlare da fuori -ha commentato il tecnico-. Rimango della mia idea: la Salernitana ha ottimi giocatori ed è allenata da un tecnico di grande esperienza e capacità. Solo il tempo gli potrà dare la possibilità di far girare al meglio la squadra. L'atteggiamento di Ventura? Non entro in queste situazioni non conoscendole. Non so cosa ha provato lui, ho grande rispetto per tutti i miei colleghi e ripeto, la Salernitana è allenata da un tecnico dalle grandi capacità”.

E' intervenuto ai microfoni di Otto Channel anche Christian D'Urso, autore della quarta rete quella che alla fine è risultata decisiva. “Abbiamo dato tanto durante la partita -ha esordito-, la Salernitana è una squadra forte. Nel finale ci ha messo sotto e stava per rimontare. Sono contentissimo del gol perché l'ho cercato e lo dedico alle persone che mi sono state vicino -sottolinea-. La prestazione per 80 minuti è stata eccellente. E' già un grande obiettivo essere secondi, pensiamo partita dopo partita e proveremo ad arrivare il più in alto possibile. Dopo Pescara abbiamo trovato grande continuità di risultati. In questo torneo con qualche vittoria si arriva nelle zone alte, ma bastano dei passi falsi per trovarsi indietro. L'Ascoli? Ha qualità, inoltre ha perso e vorrà riscattarsi giocando in casa. Noi saremo agguerriti -ha concluso- e pronti per un'altra battaglia.