Salernitana, Cannella: «Ventura è il top per la categoria»

L'ex ds a Granatissimi: «Volevo portarlo a Salerno, poi Aliberti...»

salernitana cannella ventura e il top per la categoria
Salerno.  

«Gian Piero Ventura è l'uomo giusto per la Salernitana». Giuseppe Cannella, ex direttore sportivo della formazione granata, non ha dubbi sul contributo che potrà dare il tecnico ligure al cavalluccio marino per centrare i play-off. Il dirigente, tra l'altro, avrebbe voluto portare Ventura in granata già in passato ma, come spiegato nel corso della trasmissione Granatissimi, in onda su Ottochannel 696, il matrimonio sfumò sul più bello. «Mi aspettavo la Salernitana in questa posizione di classifica perché sono amico ed estimatore dell'allenatore. Ho avuto Ventura e ho cercato di portarlo a Salerno nel 2001-2002. Fu un'estate lunghissima. L'anno prima eravamo arrivati quinti a pari punti con Napoli e Bari. Zeman mi disse di cambiare tutta la squadra, cercai di convincerlo anche perché il calcio entrò in una crisi profonda. In una riunione con i dirigenti proposi di portare Ventura che accettò subito. Andammo dal presidente, trovammo l'accordo. Aliberti doveva licenziare Zeman. Andò in ritiro a San Gregorio Magno e telefonò me per andare avanti con Zeman e licenziare me». Resta, comunque, un legame forte tra Cannella e Ventura. «A Cagliari abbiamo vinto il campionato. Poi me lo sono portato a Verona, lo presi a dicembre, facemmo gli stessi punti della Juventus e perdemmo lo spareggio con lo Spezia. Per l'organico che ha a Salerno sta facendo un grandissimo lavoro. Complimenti a tutti i giocatori perché hanno la capacità di seguire un grande maestro di calcio, anche se io lo vedo penalizzato in B, perché se gli dai un prodotto maggiore in qualità fa molto meglio. Non dimentichiamo che a Torino ha lanciato Immobile, ha consacrato Cerci, Belotti. Parlo dell'allenatore che sul campo ho visto lavorare a Cagliari e Verona. Sinceramente non ce n'è in questa categoria».