Calciatori al Casinò in Svizzera, la nota del Monza

La società prova a gettare acqua sul fuoco ma condanna il gesto dei tesserati

calciatori al casino in svizzera la nota del monza
Salerno.  

A pochi giorni dalla sfida dell'Arechi, il Monza deve fare i conti con un polverone che si è abbattuto sui calciatori biancorossi. Come riportato dal sito calciomercato.com, lunedì pomeriggio otto atleti hanno trascorso qualche ora  al Casinò di Lugano.

La società biancorossa è intervenuta sulla questione, provando a ricostruire l'accaduto: 

«L’AC Monza ha appreso dagli organi di stampa che ieri pomeriggio, al termine dell’allenamento, alcuni calciatori si sono recati al Casinò di Lugano.

Non è vietato recarsi in Svizzera; è però stata senz’altro una leggerezza averlo fatto in questo periodo.

I predetti calciatori intendevano trascorrere insieme qualche ora libera del pomeriggio. Hanno peccato di ingenuità e hanno riconosciuto l’errore. 

L’AC Monza ha prontamente comunicato l’ingresso in Italia al Dipartimento di prevenzione dell’Azienda Sanitaria locale di riferimento e continua a osservare il protocollo anti Covid-19 della Figc, che prevede che i calciatori possano svolgere le loro attività sottoponendosi a tamponi periodici».