Vincere e convincere: Pescara ultima spiaggia per Novellino

Avellino obbligato a vincere e a dare segnali di svolta per salvare la panchina del suo allenatore

vincere e convincere pescara ultima spiaggia per novellino
Avellino.  

 

di Marco Festa

Allenamenti a porte chiuse, bocche cucite: non è più il tempo delle parole. L'imbarazzante prestazione offerta nel derby ha lasciato il segno in casa Avellino facendo esaurire d'un colpo i già ridotti bonus di fiducia vantati dalla squadra e, non di meno, da mister Novellino. Per il quale tira ora aria di ultima spiaggia. Il dado è tratto. Non c'è più tempo per le seconde occasioni: il tecnico deve vincere ma anche convincere, domenica, contro il Pescara, per puntellare la sua panchina, che da quando è subentrato alla guida dei lupi non aveva mai scricchiolato come ora. La battuta d'arresto all'Arechi ha infatti mandato su tutte le furie il presidente Walter Taccone, che, di rientro da Roma dove ha definito ulteriori dettagli dell'ormai imminente cessione della maggioranza delle quote societarie all'Italpol Vigilanza S.r.l. (le firme entro venerdì, ndr), ha preferito non rilasciare dichiarazioni per evitare che le sue parole fossero come benzina sul fuoco in un ambiente comprensibilmente avvelenato dalla delusione. Tra cui, per l'appunto la sua. Dunque, questo pomeriggio sessione pomeridiana blindata: è iniziata una settimana cruciale. Svolta o sarà svolta.