Avellino, un'esclusione a sorpresa: scatta il toto-formazione

Mithra recuperato, Carbonelli in gran forma, De Vena scalpita. E Graziani copre le carte

avellino un esclusione a sorpresa scatta il toto formazione
Avellino.  

 

di Marco Festa

Il Calcio Avellino mette nel mirino l'Atletico Fregene con un'esclusione a sorpresa dall'elenco dei convocati che va a sparigliare le carte, già ampiamente mescolate da Graziani, per quanto riguarda il probabile undici titolare: Tompte, al pari di Totaro e Bruno, è stato infatti aggregato alla Juniores e non prenderà parte alla prossima trasferta. A fare chiarezza sulla scelta di rinunciare all'esterno ghanese, nella gara valida per la sesta giornata del girone G di Serie D, sarà lo stesso allenatore, domani, alle 12, in conferenza stampa, ma, intanto, è toto-formazione.

Dopo la comunque positiva parentesi con il 4-2-3-1 adottato domenica scorsa, contro il Cassino, è probabile il ritorno al 4-4-2 con Lagomarsini tra i pali; Nocerino, Morero, Dondoni e Parisi in difesa; Tribuzzi, Acampora, Gerbaudo e Carbonelli a centrocampo; De Vena e Sforzini in attacco. Spicca la potenziale assenza di Matute, affaticato e rientrato in gruppo solo in mattinata: potrebbe partire dalla panchina.

Da non scartare anche l'opzione 4-4-1-1, qualora lo staff tecnico decida di far subentrare De Vena, reduce dalle ormai note noie alla caviglia sinistra, a gara in corso. In tal caso, Mithra, completamente recuperato - che giocherebbe pure nel caso in cui ad Acampora fosse preferito Buono, in ottica under - troverebbe spazio largo sulla corsia mancina con l'utilizzo di Carbonelli a supporto di Sforzini.

Altra variante realizzabile un 4-4-2 con Buono e Mithra in campo contemporeneamente e Carbonelli in panca. Ciotola largo a sinistra può infine essere la mossa a sorpresa. Non sarà invece certamente della partita Patrignani, rimasto vittima, ieri, di uno scontro di gioco con il compagno Gerbaudo, e sottoposto in mattinata a una risonanza magnetica al ginocchio destro. L'esame non ha evidenziato lesioni ai legamenti crociati ed ai menischi. È stato altresì riscontrato un trauma distrattivo tra il 1° e il 2° grado del collaterale mediale. Per lui si profila uno stop di 15 giorni.

Rivedi il servizio andato in onda nel corso del TG Sport del canale 696 TV Otto Channel delle 20:15 (video tratto da OttoChannel.tv)