Avellino, è il giorno di Bucaro e Musa

Il doppio sì, salvo colpi di scena, darà il via al mercato. Sul tavolo anche la scelta del diggì

avellino e il giorno di bucaro e musa
Avellino.  

Il giorno del summit tra la proprietà dell'Avellino, il tecnico Giovanni Bucaro e il direttore sportivo Carlo Musa è arrivato. A metà pomeriggio, salvo anticipi rispetto all'appuntamento fissato e clamorosi colpi di scena rispetto all'esito della riunione, arriverà il “nero su bianco” dell'allenatore siciliano e del dirigente laziale, reduci, con i biancoverdi, dalla vittoria del girone G di Serie D e dallo scudetto di categoria. Nel contempo, potrebbero esserci novità di rilievo pure sul fronte direttore generale con Di Somma, Iovino, Varini - in rigoroso ordine alfabetico - o una soluzione interna tra le opzioni al vaglio dei vertici societari.

Ieri, intanto, ad Atripalda, in occasione dell'inaugurazione della nuova sede del club “Biancoverdi Insuper...Abili”, intitolata al compianto Carmine Parziale, lo stesso Musa ha palesato sostanziale serenità rispetto alla lunga, ma motivata attesa, ormai prossima a giungere al termine, per la prosecuzione dei rapporti professionli. Il protrarsi dei tempi, a sua detta, è, infatti, da ritenersi sostanzialmente fisiologico per la priorità data all'iter per l'iscrzione in Serie C, anche se, inutile nascondersi dietro a un dito, ora è davvero il momento di arrivare al dunque per sbloccare il calciomercato. Dopo l'addio di De Vena, sul taccuino ci sono Caccavallo, Evacuo e Paponi, per colmare la casella vuota lasciata in attacco. Ma, come detto, prima di tutto è tempo di procedere alle firme di mister e diesse.

Clicca sul pulsante "play", al centro della foto in apertura, per vedere l'intervista al direttore sportivo dell'Avellino, Carlo Musa.