Svizzera biancoverde, festa grande e solidarietà a Lugano

In archivio l'ottavo raduno tra cori e prodotti tipici irpini. Raccolta fondi in memoria di Viscido

Avellino.  

Un amore che non conosce confini. A Lugano è andato in scena l'ottavo raduno dei tifosi biancoverdi in Svizzera. Lupi irpini, come preferiscono che li si definisca; persone che da anni, ormai, vivono nei diversi cantoni della Svizzera, ma che non hanno mai dimenticato le proprie origini e che esprimono, con orgoglio, il proprio amore per l'Unione Sportiva Avellino. Una famiglia allargata, ben lieta di accogliere al proprio tavolo anche un tifoso di Montella trapiantato a Montella, Gianluca Fatale, che ha ricambiato l'ospitalità offrendo ai commensali prodotti tipici del suo Comune di origine come i latticini, il migliazzo e la celebre “pizza co re ghiete”. Tanta allegria e cori da stadio hanno accompagnato la serata trascorsa insieme immersi in un'incantevole cornice tra i pascoli con tanto di mucche e suono dei campanacci. Un déjà vu dei paesaggi della terra d'origine. Spazio anche per un momento all'insegna della solidarietà. Durante il raduno è stata, infatti, effettuata una raccolta fondi da destinare alla famiglia del compianto Filippo Viscido.