Sidigas, l'inaccettabile silenzio sulla A persa dalla Scandone

Calcio e basket avanti con De Cesare per non scomparire, ma è contestazione: la fiducia è minata

sidigas l inaccettabile silenzio sulla a persa dalla scandone
Avellino.  

Non una parola su come su come sia stato possibile accompagnare la Scandone a perdere la Serie A nonostante i campanelli d'allarme suonati a dicembre scorso. L'ennesimo silenzio imbarazzato e imbarazzante - della Sidigas, più che dell'interlocutore di giornata - a giochi ormai fatti; andati in archivio come se nulla fosse. Chiamato a dare spiegazioni dai tifosi, data l'assenza di De Cesare, Claudio Mauriello ha commentato: “Quando ci accusate e ci chiamate a farci da parte vi ricordo che, quando lo abbiamo detto (c'è, però, anche un comunicato ufficiale dell'azienda partenopea, ndr), abbiamo subito un provvedimento di sequestro d'urgenza di beni da parte della Procura di Avellino. Abbiamo detto che le società sportive non sono beni della Sidigas, semplicemente amministriamo lo sport, e nel momento in cui c'è una difficoltà, ci facciamo da parte perché è giusto che lo sport da chi ha la mente sgombra e passione, ma su questo punto state pur certi: sono fieramente il primo tifoso di questi colori.”

Le parole hanno scatenato la dura reazione dei tifosi presenti nella sala consiliare del Comune di Avellino dopo il vertice con il sindaco Gianluca Festa: invettive contro De Cesare, accusato di non aver messo la faccia; interrogativi sul perché intraprendere una nuova avventura se conscio delle difficoltà economiche; sottolineature sulla credibilità minata della dirigenza e l'invito a farsi da parte hanno caratterizzato una contestazione dai toni decisi prima che lo stesso Mauriello raggiungesse i tifosi per un chiarimento faccia a faccia. Il percorso per il futuro a breve termine di Avellino e Scandone è tracciato: avanti con la Sidigas, sub judice, unicamente per tenere in vita i club, ma la frattura con i supporter è, ormai, insanabile. Questione di fiducia. Tradita, ancora una volta. Stavolta da una nuova proprietà.

Clicca sul pulsante "play", al centro della foto, per vedere il video della contestazione dei tifosi alla Sidigas nella sala consiliare del Comune di Avellino.