Scandone, Santoli: "La beneamata ha bisogno di tutti"

L'amministratore unico del club irpino ringrazia i primi trecento abbonati

scandone santoli la beneamata ha bisogno di tutti
Avellino.  

Primi giorni per la campagna abbonamenti della Scandone Avellino e l'amministratore unico del club, Gerardo Santoli, ha commentato così la fase iniziale della nuova gestione: "Il primo luglio 1948 nacque una bellissima realtà sportiva. In questi 71 anni, siamo stati testimoni, a diverso titolo, di entusiasmo e sacrifici che hanno determinato i tanti successi raggiunti. La “Felice Scandone 1948” è diventata un patrimonio di tutta l’Irpinia e ha portato il nome di Avellino alla ribalta nazionale ed europea, facendoci sentire orgogliosi di essere irpini", si legge nella nota diffusa dalla società avellinese.

"Oggi la storia continua e la nostra “beneamata” ha bisogno dell’aiuto di tutti coloro che vogliono bene alla nostra terra. Si rendono necessari ulteriori sforzi e grande impegno, per questo ci teniamo a ringraziare le 300 persone che nel primo giorno della campagna abbonamenti 2019/2020 hanno deciso di rinnovare il loro atto di amore per la Scandone. Tutte queste persone hanno deciso di essere al nostro fianco senza se e senza ma. Saremo per sempre grati a loro per aver creduto in questo nuovo corso e in questa nuova gestione, che ha il solo scopo di poter raggiungere l’obiettivo fondamentale di continuare a sostenere i nostri colori e difendere la nostra storia. Vi ringraziamo di cuore e vi ricordiamo che è ancora possibile sottoscrivere gli abbonamenti direttamente alla biglietteria del PalaDelMauro, dal martedì al venerdì dalle 16 alle 18. Ancora grazie e Forza Scandone".