Acori: "Bucchi è preparato, il Benevento lotterà per la A"

L'ex tecnico giallorosso è un doppio ex di Benevento - Livorno: "Sanniti favoriti sui toscani"

acori bucchi e preparato il benevento lottera per la a
Benevento.  

Nel corso della sua lunga carriera da allenatore si è seduto sulle panchine di Benevento e Livorno, compagini che si affronteranno nella prossima giornata di serie B. Leonardo Acori ha fatto un'analisi sull'attuale situazione del campionato cadetto, esprimendo la sua opinione sulla compagine guidata da Bucchi:

“Onestamente il format delle diciannove squadre è un errore, anche se vedo che per tutte le società cadette sta bene. C'è ancora speranza per la Virtus Entella e devo dire che sarebbe l'ideale togliere quel fastidioso turno di riposo che non è sinonimo di una bella organizzazione. Purtroppo sta andando così e bisogna accettarlo”.

Le favorite alla vittoria finale hanno trovato dei problemi in questo inizio di stagione. Lei come se lo spiega?

“Questo è un torneo piuttosto lungo e c'è ancora tantissimo da giocare. Siamo appena all'inizio, basti pensare che il Benevento ha disputato solo sei partite. E' tutto aperto. Se la giocheranno i giallorossi con Crotone, Palermo e Verona. Non bisogna sottovalutare altre ottime squadre come il Pescara, il Lecce, la Cremonese e il Cittadella che ha sempre dato vita a ottime annate”.

Cosa ne pensa del Benevento?

“E' sicuramente un'ottima squadra che può lottare per i primissimi posti. Ha delle buone chance per arrivare in serie A, poi dovrà essere il campo ad avvalorare questi discorsi. Conosco Bucchi per averlo affrontato quando giocava con Napoli e Modena. Era un ottimo calciatore e devo dire che si sta rivelando anche un tecnico preparato. La partenza è comunque positiva con dieci punti ottenuti in sei partite. Sono certo che ritornerà presto sulla strada giusta dopo le due sconfitte consecutive”.

Nella prossima giornata ci sarà Benevento – Livorno, una sfida tra due realtà che conosce bene per averle allenate. Come prevede l'incontro?

“E' una partita molto importante per entrambe le squadre. Il Livorno è partito male, quindi cercherà di ottenere punti preziosi su un campo difficile come quello del Vigorito. Anche il Benevento ha la necessità di vincere e lo vedo leggermente favorito perché avrà dalla sua parte il pubblico giallorosso”.

Si è mai pentito di aver firmato con il Benevento nell'estate del 2009?

“Assolutamente no perché c'erano tutte le ragioni per accettare l'offerta dei fratelli Vigorito. Certo, scendere in C dopo degli ottimi campionati di serie B non è stata una ragione corretta, ma ripartire da una società ambiziosa è stata comunque una bella esperienza. Purtroppo incontrammo Novara e Varese che fecero dei campionati strepitosi. Ricordo i play off proprio contro i biancorossi, dove giocammo una buona gara in casa, ma al ritorno fummo penalizzati da un rigore subito nel primo tempo. Purtroppo è andata così, però ero sicuro che una volta superato lo scoglio della Lega Pro il Benevento avrebbe preso il volo. Con Baroni ha dato vita a un campionato spettacolare e la serie A è stata meritata: peccato per l'errore di aver costruito una squadra non adatta alla categoria, altrimenti la società poteva salvarsi senza problemi”.

foto tratta da tuttomercatoweb.com

Ivan Calabrese