Oreste Vigorito in lizza per il "Premio Giuseppe Prisco"

Il presidente giallorosso dovrà vincere la concorrenza di Lotito e Setti

oreste vigorito in lizza per il premio giuseppe prisco
Benevento.  

(f.s.) Prima o poi l'elite del calcio italiano doveva definitivamente scoprire Oreste Vigorito. E' vero che non c'è bisogno di premi e onoreficenze per essere definito un “top player” nel campo dei dirigenti italiani di calcio, ma questa volta forse è diverso. Perchè il presidente del Benevento è inserito nella terna che si aggiudicherà il prestigioso “Premio Giuseppe Prisco”, giunto quest'anno alla sua dciottesima edizione. Il premio intitolato ad uno dei più grandi dirigenti calcistici italiani, Peppino Prisco, è riservato a chi si è distinto per lealtà, correttezza e simpatia. Tre le categorie che saranno premiate: quella riservata ai dirigenti, quella degli allenatori e, infine, quella dei calciatori.

Queste le terne dalle quali scaturirà il nominativo del vincitore di ciascuna categoria. Dirigenti di società: Oreste Vigorito (Benevento), Claudio Lotito (Lazio), Maurizio Setti (Hellas Verona). Allenatori: Sinisa Mihajlovic (Bologna), Ivan Juric (Hellas Verona), Fabio Liverani (Lecce). Calciatori: Nicolò Barella (Inter), Gaetano Castrovilli (Fiorentina), Riccardo Orsolini (Bologna).

Ai vincitori, che saranno proclamati nelle prossime settimane, verrà conferita una prestigiosa creazione artistica appositamente realizzata dal pittore, scultore e incisore Maestro Mimmo Paladino, nel corso di una cerimonia che si svolgerà lunedì 27 aprile 2020, alle ore 11, al Teatro Marrucino di Chieti e che sarà condotta dal giornalista Stanislao Liberatore.

A definire le terne, la giuria presieduta da Sergio Zavoli e composta dai giornalisti Italo Cucci, Gianni Mura, Gian Paolo Ormezzano, Marco Civoli, Franco Zappacosta e Ilaria D’Amico e dall’imprenditore Marcello Zaccagnini, presidente del Comitato organizzatore “Giuseppe Prisco”.