Benevento, Letizia a tutto campo in diretta Instagram

L'esterno difensivo giallorosso ha parlato a lungo attraverso il profilo social di Ottochannel

benevento letizia a tutto campo in diretta instagram
Benevento.  

Simpatica chiacchierata con Gaetano Letizia attraverso il profilo Instagram di Ottochannel 696. L'esterno difensivo giallorosso si è scatenato, tra canzoni intonate (tra cui il "Totalmente dipendente" della Curva Sud, fino a "Pop Corn e patatine" di Nino D'Angelo") a confessioni, saluti ai tifosi e interazioni con i compagni di squadra. Diverse le dichiarazioni interessanti, come quella nata dopo una provocazione di Schiattarella che ha scritto "Se c'è Letizia in serie A retrocediamo", subito è arrivaeta la risposta del "frecciarossa": 

"Per il bene di questa maglia, mi farei volentieri da parte per garantire la salvezza al Benevento". 

Importante anche la questione relativa al possibile taglio degli stipendi ai calciatori, su cui Letizia è stato chiaro: 

"Per me è giusto. Siamo dei privilegiati, guadagniamo molto e nel frattempo stiamo a casa. E' una situazione completamente diversa rispetto a chi ha altri lavori e tante bocche da sfamare. Accetto volentieri il possibile taglio". 

Nel corso della diretta, c'è stato anche un messaggio di Caldirola che Letizia ha definito come "il miglior calciatore con cui abbia mai giocato", così come del tecnico Inzaghi che l'ha prima preso in giro, per poi sottolineare che secondo il suo punto di vista Letizia, così come molti altri calciatori giallorossi, abbiano già perso molto tempo in serie B: 

"E' una cosa che mi ha detto già la scorsa estate. Per adesso sta avendo ragione. E' un ottimo mister, sempre molto solare e disponibile. Non dico questo perché gioco spesso, questa è una cosa che ho meritato durante gli allenamenti, ma perché davvero penso che Inzaghi sia un eccellente allenatore". 

Sulla possibile ripresa del campionato è stato chiaro: 

"Al momento sappiamo davvero poco. Noi vogliamo solo ottenere ciò che meritiamo e non vediamo l'ora di scendere in campo il prima possibile. Le porte chiuse? Non è calcio. Contro il Pescara lo scenario era avvilente. Senza i tifosi non sarà mai la stessa cosa". 

Una parentesi sulla città: "Qui mi trovo benissimo, l'ho sempre detto. Sogno di starci ancora a lungo. La quarantena? Non c'è nessuno in strada. Qualche giorno fa sono stato anche fermato dai vigili mentre andavo a buttare la spazzatura. Che dire, si sta seguendo tutto nel migliore dei modi, speriamo solo che finisca tutto al più presto".