Benevento, Insigne: "Il gol è stata una gioia immensa"

L'esterno offensivo: "Peccato per la sconfitta, stavamo giocando bene"

benevento insigne il gol e stata una gioia immensa
Benevento.  

E' stata la sua partita. Roberto Insigne ha messo a segno il gol del vantaggio giallorosso, violando la porta della propria ex squadra. Al termine del match, l'esterno offensivo ha commentato così il derby: 

"Per me è stata una gioia immensa che faccio fatica a descrivere. Mi dispiace aver segnato contro mio fratello, ma allo stesso tempo non manca il rammarico per la sconfitta. Stavamo giocando bene contro una grandissima squadra, ma se ti abbassi troppo prima o poi il gol lo subisci". 

AUTOSTIMA - "In partite del genere devi essere bravo a difendere e di ripartire in contropiede, un aspetto che ci è mancato contro la Roma. Dobbiamo migliorare in fase di non possesso. Siamo molto tranquilli perché facciamo ciò che ci chiede il mister. L'unica gara che abbiamo giocato male è stata quella contro il Bologna che, tra l'altro, abbiamo vinto. Dobbiamo continuare così perché la strada è quella giusta". 

FIDUCIA - "Spero che questo gol sia il primo di una lunga serie. Sono molto contento di aver fatto gol contro il Napoli, una società in cui sono cresciuto ma che non ha creduto in me. Ora sto a Benevento e spero di ricambiare la fiducia di tutti". 

ESULTANZA - "E' stata una mia esultanza liberatoria e non contro i napoletani. Per me è il primo anno in serie A, è stato un urlo liberatorio come se volessi dire che ci sono anche io". 

VERONA - "E' un'ottima squadra, ma pensiamo partita dopo partita. Adesso c'è l'Empoli mercoledì in Coppa Italia che per noi è importante".