Benevento, la norma sui prestiti e quelle opportunità in più

L'operazione Capellini è stata possibile proprio grazie ad essa: è una nuova frontiera per la B

benevento la norma sui prestiti e quelle opportunita in piu
Benevento.  

Quella degli “under” in uscita dalle squadre di serie A può essere una nuova frontiera per il calcio italiano e soprattutto per la serie B. Riepiloghiamo velocemente le nuove norme che regoleranno i prestiti dal prossimo 1° luglio. Da quel momento ogni squadra potrà avere otto prestiti da un'altra società e potrà farne altrettanti ad altre. Poi si andrà man mano scendendo con il passare degli anni: dal 1° luglio 23 scenderanno a sette, dal 2024 saranno solo 6. Come abbiamo spiegato più volte in questa nuova norma non entrano gli “Under 21”, che possono essere prestati senza limitazioni fino al temine del loro status di “ventunenni”. 

E' quello che è accaduto al primo acquisto del Benevento, il “millennial” Riccardo Capellini. Ormai non è più solo questione di credere o meno in un proprio giocatore, basta che non sia un top player da utilizzare per la prima squadra e l'unica via d'uscita rimane la cessione. Capellini è nato nel 2000 e quindi di anni ne ha già 22, non è più un “under 21” per la norma sui prestiti, ma è un “under 23” per la serie B che non grava dunque sulla lista degli “over”. Può sembrare un guazzabuglio, ma le norme sono abbastanza chiare.

Dicevamo di questa opportunità che avrà il suo culmine proprio quest'anno. E' in questa stagione che tantissime società di serie A devono tirare le somme sui loro atleti dati in prestito e che non possono più rinnovare questo status. Non c'è solo il Genoa che ha fatto scalpore con quell'organico abnorme di 80 elementi, ci sono anche tantissime altre società di serie A che hanno assoluto bisogno di sfoltire il proprio organico.

Ecco perché il diesse Foggia ebbe modo di dire in conferenza stampa che c'erano dei giovani nel mirino del Benevento, sottolineando la possibilità di scovare dei nuovi “parametri zero” non necessariamente avanti con l'età. Il bacino da cui attingere è immenso e con grande abilità e un pizzico di fortuna si può rimpinguare un organico con elementi di grande prospettiva, seguendo magari l'impronta della Cremonese che lo scorso anno ha tagliato trionfalmente il nastro della serie A.

Nella foto Taddeo, il neo acquisto giallorosso Capellini che brandisce la sciarpa della squadra sannita