Perle di vetrodi Federico Festa

L'Alto Calore e il posto gratis tra i Paperoni dell'Irpinia

Ecco l'elenco delle migliori aziende di Avellino che con meno dipendenti fanno più fatturato

l alto calore e il posto gratis tra i paperoni dell irpinia

Maggio è venuto e l'Alto Calore dovrà approvare il bilancio. Nel 2017 i conti non tornavano per 134 milioni 437mila 040 euro. Si aspetta di vedere cosa è successo nel 2018. Nel 2016 il buco era di 126 milioni 944mila180 euro: in un più debiti per 7 milioni 492mila 860euro.

Dopo di che, Michelangelo Ciarcia, amministratore unico di Alto Calore Spa, chiederà allo studio Pozzoli di aggiornare la sua relazione per poi presentarsi alla Cassa Depositi e Prestiti con i compiti a casa fatti e copiati in bella.

In questi mesi abbiamo già tentato di spiegare le diverse verità proposte, a seconda dei manager taumaturghi avvicendatisi al capezzale dell'azienda, per cercare di recuperare il disastro di 134 milioni di euro di debiti accumulati in anni di gestione. Il complemento oggetto: leggera, facile, spregiudicata, o come diavolo possono essere definiti 134 milioni di debiti, uno se lo può scegliere da solo a seconda di come la vede.

L'unica certezza è che l'Alto Calore gestisce il patrimonio pubblico più prezioso della provincia di Avellino.

Alla Cassa depositi e Prestiti, Michelangelo Ciarcia, amministratore unico di Alto Calore Spa, ha in animo di chiedere 50 milioni di euro da restituire in 30 anni. Ora, 50 milioni di euro sono una montagna di denaro per qualsiasi azienda privata che, ogni giorno, tira la carretta e controlla euro su euro. Per Cassa Depositi e Prestiti 50 milioni di euro sono una fumata di sigaretta. Alto Calore è una società di capitale pubblico, gestisce l'acqua che (da referendum e poi legge) deve restare  pubblica: qual è il problema? Per Cassa Depositi e Prestiti la decisione dovrebbe essere: leggera, facile, spregiudicata o come diavolo possono essere pesati (da quei funzionari del Ministero) i 134 milioni di debiti che, sicuramente, nel 2018 saranno diminuiti di qualche milionata.

L'altro discrimine, quello di cui nessun taumaturgo approssimatosi alla guida di Alto Calore ha mai voluto sentir parlare, è rappresentato dai costi del personale. Che si conosco: 17milioni 956mila 230euro, pari al 43 per cento del costo dell'intera produzione. Di più: parametrando quel costo con quello di aziende simili, l'Alto Calore si consente il lusso di un range in crescita che è del 36 per cento. Per semplificare: con le assunzioni ha eroso quasi la metà della capacità di gestione e con la munificità dei contratti di lavoro applicati ha 1/3 in meno di possibilità di investimenti per l'azienda. Alto Calore è tra i Paperoni dell'Irpinia. Ecco l'elenco dei più forti:

1) Torello Trasporti € 117.320.777 Montoro
2) Antonio Capaldo € 112.984.633 Manocalzati
3) De Matteis Agroalimentare € 112.406.012 Avellino
4)  Europea Microfusioni Aerospaziali  € 90.818.528 Morra De Sanctis
5) Basso Fedele & Figli  € 75.064.162  San Michele
6) Lpa Group €71.148.523 Ariano
7) Cosmopol €   61.369.599 Avellino
8) Irpiniambiente € 51.626.071 Avellino
9) Sediver €   49.321.000 Nusco
10) Vitillo € 48.588.128 Ariano
11) Cofren € 45.868.164 Avellino
12 Bruno € 45.123.428 Grottaminarda
13 Sirpress €   44.804.341 Nusco
14)  D'Agostino A. A. Costruzioni € 42.645.905 Montefalcione
15) Clinica Montevergine € 42.017.752 Mercogliano
16) Alto Calore Servizi € 40.599.17 Avellino
17)  F.Lli Petrillo Distribuzione €   40.490.878 Avellino
18) Autoservizi Irpini S.P.A. (A.Ir.) €   38.850.523 Avellino
19) Aliberti S.P.A. Trasporti €   37.804.554 Montoro
20) Realbeef € 37.707.387 Flumeri
21 Dmd Solofra € 37.415.828 Solofra
22)  La.Me.S.  € 36.713.872 Vallata
23) G. Benevento – Finauto € 35.219.747 Pratola
24) Derma € 30.268.609 Solofra
25) Dadaro € 27.388.626 Mirabella
26) Feudi Di San Gregorio Societa' Ag € 25.863.420 Sorbo
27) Ingino €25.614.528 Atripalda
28) Altergon Italia € 25.130.84 Pietradefusi
29) Fratelli Vitale Srl € 23.710.804   Mirabella

Con i suoi 40 milioni di fatturato potrebbe essere ben più in alto di quel sedicesimo posto. Non a caso Irpiniambiente, altra società interamente pubblica, è nella topten. Perché?

Perché rispetto a Torello TrasportiCapaldoDe Matteis e via via tutte le altre aziende irpine che si sudano ogni euro ogni giorno e che rapprersentano la nostra eccellenza, il nostro capitale serio di lavoro, il Pil dell'Irpinia, insomma, Alto Calore non vuole, non ha mai voluto, confrontarsi con il mercato. Che seleziona, spesso in modo spietato, tenendo in vita i più forti, i migliori. Per i più furbi e basta, poi, passa la Cassa Depositi e Prestiti.

(* I dati relativi al fatturato delle aziende sono di Consodata spa)