Scoperto il primo "furbetto" del reddito di cittadinanza

Un 67enne denunciato dai carabinieri di San Valentino Torio: è il primo caso in provincia

scoperto il primo furbetto del reddito di cittadinanza
San Valentino Torio.  

Un caso che potrebbe fare scuola, di sicuro il primo per quanto riguarda il salernitano: i carabinieri di San Valentino Torio e la procura di Nocera Inferiore hanno scoperto un uomo di 67 anni che, secondo gli investigatori, percepiva illegalmente il reddito di cittadinanza. L'accusa è di truffa aggravata ai danni dello Stato e falso ideologico.

Durante le verifiche sui destinatari della misura destinata al contrasto della povertà, i militari hanno verificato che l'indagato avrebbe falsamente attestato all'ufficio anagrafe del comune dell'agro di non risiedere con alcuni componenti del proprio nucleo familiare, ma di fatto conviventi nella stessa casa. Un escamotage per evitare di cumulare il proprio reddito con quelli dei parenti ed eludere così le maglie del reddito di cittadinanza previste dall'Isee.

Il giudice per le indagini preliminari ha disposto inoltre il sequestro della card elettronica sulla quale viene erogato il contributo in denaro.