Scelzo: «Quando feci dire al Papa 'Forza Salernitana'»

L'aneddoto svelato a margine della presentazione del libro "Una partita lunga un secolo"

scelzo quando feci dire al papa forza salernitana
Salerno.  

Il legame con Salerno e la Salernitana sono rimasti sempre indissolubili. E l’ennesima testimonianza è arrivata con “Una partita lunga un secolo”, libro realizzato da Angelo Scelzo e Luigi Narni Mancinelli per il centenario della Salernitana. «Scrivere questo libro significa raccontare anche cento anni di Salerno perché Salerno e la Salernitana vanno insieme. Spesso le storie sono comuni anche nei momenti più particolari. Volevo sottolineare questo rapporto e il rapporto personale. Ho cominciato scrivendo di Salernitana e mi è sembrato doveroso nel centenario dare un piccolo tributo a questo grande evento cittadino», ha detto Angelo Scelzo a margine della presentazione che, oltre agli autori, ha visto la partecipazione dell’allenatore Delio Rossi, dei giornalisti Gianfranco Coppola, Nino Petrone e Giuseppe Blasi, dell’arcivescovo di Salerno, Andrea Bellandi, del sindaco Enzo Napoli e dell’assessore allo Sport, Angelo Caramanno. «Un libro che si legge con grande entusiasmo e che contiene speranze, memorie, aneddoti e fatti», ha spiegato Giuseppe Blasi, moderatore dell’incontro, introducendo i protagonisti della serata che hanno raccontato tanti aneddoti a tinte granata. «Ce ne sono tanti», ha ammesso Scelzo, svelando il più bello che vide protagonista Papa Giovanni Paolo II. «Ho avuto modo di far avvicinare la Salernitana anche al Papa e di fargli dire “Forza Salernitana”. Un aneddoto del quale vado molto orgoglioso. Ma questa è solo una piccola parte, è una storia lunga, significativa, fatta di mille episodi ma di una trama comune».