Salernitana, ecco come sarà il mini-ritiro granata

Sedie e tavoli distanziati, playstation e risveglio muscolare in spiaggia

Salerno.  

L'unica differenza rispetto a un classifico ritiro estivo è che di sera si tornerà a casa per dormire. Per il resto i calciatori della Salernitana trascorreranno gran parte della giornata insieme. Un modo per fare gruppo ma anche per tenere sotto controllo gli atleti in una fase decisiva per il recupero della miglior condizione atletica. D'intesa con il tecnico Gian Piero Ventura e il suo staff, la società granata ha allestito un mini-ritiro per queste tre settimane che separano dalla ripresa della stagione. Gli atleti già da ieri hanno consumato la colazione nel camping che si trova di fronte al Mary Rosy dove lo staff ha provveduto a distanziare gli ambienti in cui i calciatori consumeranno i propri pasti. Una sala sarà riservata soltanto a staff e dirigenti, mentre nell'altra, notevolmente più grande, prenderanno posto gli atleti. Le sedie e i tavoli sono stati posizionati a distanza e in ogni postazione potranno accomodarsi soltanto cinque persone. Nella sala principale vi è anche una playstation che potrà essere utilizzata dai calciatori per svagarsi un po'. I granata, infatti, trascorreranno la maggior parte della giornata tra il camping e il centro sportivo di Pontecagnano Faiano. Il risveglio muscolare, approfittando delle belle giornate, potrà essere effettuato in riva al mare.