U.S. Avellino, il verdetto del Tar slitta a domani

La difesa ha introdotto il comunicato numero 59 del 30 agosto come elemento probatorio

u s avellino il verdetto del tar slitta a domani
Avellino.  

 

di Marco Festa

Salvo colpi di scena, dato il cospicuo numero di processi discussi in giornata, slitterà a domani il verdetto del Tar del Lazio relativo al ricorso dell'U.S. Avellino per la riammissione in Serie B. Alle 12, rappresentato dai propri legali, Eduardo Chiacchio e Lorenzo Lentini; alla presenza del presidente Walter Taccone, il club biancoverde ha fatto ritorno al tribunale amministrativo per l'audizione collegiale dopo la bocciatura dello scorso 7 agosto che ne ha sancito l'esclusione dal campionato dalla Cadetteria e lo svincolo d'autorità di tutti i calciatori presenti fino ad allora in rosa.

Il dibattimento è terminato intorno alle 14. Le residue chance sono state giocate con l'introduzione negli atti di un elemento probatorio finalizzato a evidenziare la presunta disparità di trattamento, in termini di tempi concessi e sanzioni previste, rispetto ad altre società che, stando alla difesa, sarebbe divenuta conclamata in seguito al comunicato 59 del 30 agosto della FIGC sul cosidetto caso Finworld.