L'Avellino si gode De Vena. Dal mercato due difensori

Il bomber, in doppia cifra, il volto sorridente del rilancio irpino. Ecco due rinforzi per Bucaro

l avellino si gode de vena dal mercato due difensori
Avellino.  

“Porto il pallone a casa, l'ho fatto firmare. Lo darò a mio figlio per farlo giocare.” Alessandro De Vena è il volto sorridente di un Avellino che si è rialzato con prepotenza dopo il tracollo casalingo con il Trastevere, costato la panchina ad Archimede Graziani. Tre gol nel 6-1 rifilato alla Lupa Roma: il primo di testa, il secondo di destro, e l'ultimo di sinistro, con un autentico capolavoro di tecnica, potenza e coordinazione per brindare alla doppia cifra di reti realizzate in sole diciassette giornate di campionato. Dieci centri per un giocatore di un'altra categoria, che ha contributo all'avvio sprint della seconda avventura sulla panchina dei lupi di Giovanni Bucaro: il tecnico ha invitato, però, tutti a tenere i piedi ben saldi a terra e a non passare da un eccesso all'altro in termini di umori collettivi.

Il successo, netto, ha intanto permesso di ridurre a 5 i punti di ritardo dal primo posto, ora occupato in condominio da Lanusei e Trastevere, avversarie ieri. I sardi hanno operato l'aggancio vincendo in casa 2-1. Per l'allenatore siciliano, meglio concentrarsi proprio sulla Sardegna: sabato, sul campo della Torres, e mercoledì, nel recupero a San Teodoro, contro il Budoni, ci saranno in palio punti pesantissimi per poi chiudere il girone di andata domenica 23 dicembre, al “Partenio-Lombardi”, contro il Latina: “Abbiamo poco tempo per allenarci. Non posso stravolgere o fare invenzioni. A me interessa, in questo momento, l'atteggiamento: quello positivo espresso dalla squadra.”

Sul fronte mercato, come anticipato ieri dallo stesso Bucaro al microfono di 696 TV Otto Channel, sarà tesserato il terzino destro classe '99 italo-nigeriano Eddy Omohonria mentre è ad un passo il difensore centrale ventiquattrenne Marco Caldore, 38 presenze e 2 gol nell'ultimo anno e mezzo tra le fila dell'Altamura. Il calciatore, scuola Genoa, può adattarsi anche nelle vesti di terzino sinistro.