Avellino, ecco il colpo per infiammare la piazza: Alfageme

L'attaccante argentino, che ha giurato amore alla Casertana, ora gradirebbe l'opzione biancoverde

avellino ecco il colpo per infiammare la piazza alfageme
Avellino.  

“Alfageme? L'ho letto da voi, non ho mai sentito nessuno della Casertana e il suo agente (Andrea Pasini, ndr), che tra l'altro conosco molto bene, ma non ne abbiamo mai parlato.” Così, Carlo Musa, lo scorso 4 novembre, rispondeva in diretta su 696 TV, nel corso di 0825, a una domanda relativa all'interesse del Calcio Avellino per il versatile attaccante di proprietà della Casertana, grande amico di De Vena, bomber dei lupi e suo ex compagno di squadra. Una smentita di rito, comprensibilmente motivata anche dalla dichiarazione di amore e fedeltà ai falchetti fatta dal calciatore al diffondersi delle prime indiscrezioni di mercato. Ma il tempo, si sa, cambia le dinamiche: da quattro partite l'argentino non gioca poiché alle prese con uno stiramento di secondo grado del muscolo flessore della coscia destra, ormai smaltito; il campionato dei rossoblu è stato, finora, meno esaltante del previsto e la Sidigas, che veleggia verso l'uscita dalla crisi finanziaria attraversata, ha dato carta bianca al direttore sportivo per regalare un colpo super alla piazza, delusa e spazientita.

Ecco perché il matrimonio, che sembrava non celebrabile, potrebbe, addesso, farsi. Prima, seconda punta o esterno d'attacco; ideale per il 4-3-3, non un doppione di Sforzini o dello stesso De VenaAlfageme garantirebbe a Bucaro quel salto di qualità indicato, nell'ultimo post-partita, come l'unica caratteristica richiesta per la scelta di un eventuale profilo over con cui rinforzare il reparto avanzato. A fare la differenza? Ieri, come oggi, la volontà della società, ma, ancor prima, del calciatore. Che, stando a indiscrezioni, sarebbe cambiata con l'andare del tempo: amore e rispetto per Caserta e la Casertana, ma gradimento e addirittura desiderio per la possibile destinazione Irpina. Si vedrà. L'operazione è difficile, ma non impossibile. C'è tempo fino al prossimo 18 gennaio per provare a piazzare quello che sarebbe un autentico crack per la Serie D. E chissà se le presentazioni di Rizzo e Viscovo non siano state rinviate per una conferenza stampa in pompa magna. Con tanto di ciliegina sudamericana sulla torta...