Avellino, la nuova stagione inizierà sotto la gestione Sidigas

Ratificato il concordato in bianco. De Cesare pronto a ripartire, ma i tifosi lo contestano

avellino la nuova stagione iniziera sotto la gestione sidigas
Avellino.  

Il campionato di Serie C 2019/2010 dell'U.S. Avellino inizierà sotto la gestione Sidigas. È questo quanto emerso stamane, presso il Tribunale di Avellino, dove è stato ratificato un concordato in bianco in concomitanza con l'udienza relativa all'istanza fallimentare avanzata dalla Procura di Avellino nei confronti dell'azienda di Gianandrea De Cesare. I legali della Sidigas hanno ora 60 giorni, prorogabili sino a 6 mesi, per presentare un piano di risanamento.

La vera novità, sul fronte sportivo, è rappresentata dalla conferma ufficiosa di ciò che era chiacchierato nei giorni scorsi: per tutelare il valore economico della società sportiva (stesso discorso per la Scandone, anch'essa facente parte del concordato, poiché all'interno del gruppo di imprese della Sidigas, ndr), si potrà e dovrà ora procedere all'allestimento della squadra, dello staff tecnico e dirigenziale, che sarà chiamato ad avviare la nuova annata agonistica, allestendo la rosa con oculatezza sotto il profilo del bilancio, con esborsi ridotti.

In attesa di eventuali, future, cessioni, salvo miracoli sul campo, l'obiettivo sarà, dunque, la salvezza.

E a proposito della possibilità di cedere i club: le offerte dovranno soddisfare De Cesare ed essere considerate congrue al piano di risanamento, sopra citato, da parte dei commissari giudiziali, guidati dal professor Nicola Rascio.

Intanto, il sequestro d'urgenza di circa 100 milioni di euro, effettuato lo scorso martedì mattina dalla Guardia di Finanza di Avellino e della Procura di Avellino, nei confronti di Gianandrea De Cesare e del "gruppo di imprese" a lui riconducibile non è stato ancora convalidato, ma resta, almeno per ora, esecutivo.

Tornando, invece, agli aspetti relativi all'Avellino Calcio, Carlo Musa dovrebbe essere confermato nelle vesti di direttore sportivo, ma il presidente Claudio Mauriello, che non ha preferito rilasciare dichiarazioni all'uscita dalla sezione fallimentare del Tribunale del capoluogo irpino, ha un feeling conclamato con Salvatore Di Somma. Anche Giovanni Bucaro, che ha atteso pazientemente, dovrebbe proseguire la sua avventura sulla panchina biancoverde, ma occhio anche all'opzione Ezio Capuano (legata a un possibile incarico per Di Somma, ndr).

Si vedrà, ma, intanto, i tifosi non ci stanno ed hanno contestato duramente De Cesare all'esterno di Palazzo di Giustizia. Mario Dell'Anno, presidente dell'associazione “...Per la Storia...” si è fatto portavoce del pensiero dei supporter del lupo. La frattura c'è e sarà difficile da sanare.

Clicca sul pulsante "play", al centro della foto in apertura, pervedere  l'intervista integrale al presidente dell'associazione "...Per la Storia...", Mario Dell'Anno.