Avellino - Bari 2-2, gli spogliatoi

I commenti post-partita di Capuano, Illanes, Karic, Vivarini, Simeri e Neglia

avellino bari 2 2 gli spogliatoi
Avellino.  

Avellino - Bari 2-2, le pagelle.

Ezio Capuano (allenatore Avellino) - “È un risultato importantissimo, la prestazione ancora di più. Abbiamo mantenuto ciò che avevamo promesso, cioè andare al limite dello strapazzo. Non c'è stata solo applicazione tattica e grinta sotto il profilo prettamente agonistico, ma anche qualità di gioco da parte dei miei calciatori. La squadra ha impressionato anche me considerando che abbiamo perso tutti e tre i centrali. Ho avuto il coraggio di mantenere la difesa a tre. Abbiamo ripreso la gara e cercato addirittura di vincerla contro una grandissima squadra. Chapeau per questi ragazzi che mi hanno commosso. Abbiamo fatto gol su situazioni preparate in allenamento. Se avessimo vinto non avremmo rubato nulla. Sarebbe stato il risultato più giusto, a mio avviso. C’è rammarico per il primo gol perché Morero è rimasto stoicamente in campo, se l’avessi cambiato non avremmo preso gol. Il secondo gol subito, invece, non dovevamo prenderlo: Parisi ha rotto la linea difensiva. C’è soltanto da ringraziare questi ragazzi. Il coro della Curva Sud contro di me? Ringrazio ugualmente chi mi ha applaudito e chi mi ha fischiato. Ringrazio la Curva perché ci ha spinto, il sintetico tremava sotto i piedi. Rispetto il loro coro. Sono venuto ad Avellino con entusiasmo ed umiltà. Non voglio fare alcuna polemica, ma sono nato a Salerno e non lo rinnegherò mai. Nel calcio conta il terreno di gioco e come si prepara la partita. Tutti i calciatori hanno lottato. Per me questo è un motivo di grande orgoglio.”

Juliàn Illanes Minucci (difensore Avellino) - “È stata una grande gioia segnare. Celjak mi ha fatto il blocco, ho impattato il pallone e l’ho visto andare dentro: lo ammetto, è stato un tentativo di rimetterla in mezzo che si è tramutato in una parabola vincente. Poco conta, è stato importante per la squadra. Capuano? Dal primo giorno in cui è arrivato ci ha dato delle indicazioni precise, ci ha detto di essere uniti e compatti. Lo faremo fino alla fine. Credo che oggi abbiamo disputato una buona partita. Alfageme? È importante per questa squadra, è tra i più esperti. Dà l’esempio a tutti, è un punto di riferimento. Ha un bel rapporto con tutti. Sta dando il massimo, deve soltanto sbloccarsi.”

Nermin Karic (centrocampista Avellino) - “Il mister ha preparato bene la partita. Noi entriamo in campo con l’atteggiamento giusto, abbiamo giocato bene a prescindere dal risultato. Tutti hanno fatto benissimo. Abbiamo vinto ogni contrasto e dato il massimo. Come sto? Bene, devo dire grazie al dottore Gennaro Esposito per il mio recupero. Ho una fame che non riesco a descrivere. Il mio ruolo? Posso giocare anche da seconda punta.”

Vincenzo Vivarini (allenatore Bari) - “Sapevamo che oggi sarebbe stata difficile per noi. In settimana abbiamo lavorato a livello atletico quindi oggi siamo arrivati con qualche secondo di ritardo sulle reazioni e sulle aggressioni. Abbiamo fatto fatica su questo aspetto. Il cambio di allenatore ha portato energie mentali all’Avellino, che ha lottato tanto. Noi abbiamo fatto ciò che avremmo dovuto anche se alcuni concetti vanno analizzati. Questa partita ci dà lo spunto per tornare su alcune situazioni. Siamo rammaricati perché a livello difensivo nel primo tempo abbiamo fatto poco reparto e sul primo gol Di Cesare si è ritrovato a lavorare in uno contro uno con Charpentier, Pari giusto? Se lo ha detto il campo, sì. Eravamo riusciti a ribaltare la partita, poi abbiamo fatto bene nel possesso palla. Credevamo di avere la partita in mano, non si possono commettere falli ingenui al limite dell’area, occasione dalla quale è nata il secondo gol, perché poi se si sbaglia mezza cosa si prende gol."

Simone Simeri (attaccante Bari) - “Sono due punti persi. Non ho mai vinto ad Avellino e oggi ci tenevo ad andare a casa con i 3 punti. Abbiamo preso due gol per nostre disattenzioni mentre i nostri sono provati in allenamento. Ci tenevamo a fare bene. Fare punti qui non è facile. Sono felice per la doppietta. Vivarini mi ha dato fiducia e ci ha trasmesso un’altra tipologia di calcio. Siamo contenti del suo apporto. Ne ha giovato tutta la squadra.”

Samuele Neglia (attaccante Bari) - “Abbiamo riacciuffato la partita, peccato non averla vinta. Contava, comunque, allungare la striscia positiva. Sono soddisfatto per la mia prestazione. Catanzaro e Catania? Pensiamo a una partita per volta.”