Izzo: "Trovati problemi che una società deve avere in 10 anni"

Il presidente dell'Avellino dai Biancoverdi Insuperabili: "È per noi un'operazione serietà"

Avellino.  

"Queste sono le giornate che dovrebbero far capire a tanti cos'è il calcio e qual è il potenziale del calcio, concentrarci su cose che sono all'ordine del giorno per nostri fratelli che magari sono stati meno fortunati". Così il presidente dell'Avellino, Luigi Izzo, ha commentato la visita ai Biancoverdi Insuperabili. Il massimo dirigente biancoverde ha raggiunto la sede di Atripalda in compagnia del direttore sportivo, Carlo Musa, e del centrocampista dei lupi, Alessandro Di Paolantonio: "Dovrebbe essere nostro compito farli sentire più partecipi e meno soli. È una operazione non "simpatia", ma direi "serietà". Fare sociale deve essere un impegno serio. Se è simpatia per un sorriso, allora va bene".

Sulle criticità legate al mercato: "Vogliamo risolvere tutto. - ha aggiunto Izzo - Sono cose che mediaticamente possono risultare più pesanti. Però, noi siamo tranquilli, vorremmo essere soltanto messi in condizione di lavorare. È una società che è arrivata da un mese. Abbiamo già affrontato problemi che, magari, un presidente deve avere in dieci anni. Vorremmo fare calcio. È quello ci interessa, al di là degli interessi personali. Non abbiamo tolto niente a nessuno. Abbiamo dato una continuità a qualcosa che stava per finire. Trovare ogni giorno un qualcosa che non ci permette di lavorare serenamente - alcune cose sono strumentali, altre vengono amplificate - diventa demoralizzante. Non credo che sia la vera Avellino questa qui".