Scandone, tris e vetta: superata Cantù 86-71

Esordio per Ortner, 4 in doppia cifra: top scorer Maarty Leunen (17 punti in 23 minuti)

scandone tris e vetta superata cantu 86 71
Avellino.  

La Sidigas Avellino cala il tris tra Serie A e Champions: i lupi stendono al PalaDelMauro la Red October Cantù con il risultato di 86-71 e conquistano la vetta della classifica in attesa del risultato delle imbattute Milano, Venezia e Brescia. Dalla parità a quota 20 nel primo quarto, i lupi accelerano con decisione nella seconda frazione chiusa sul 25-15 per regalando la doppia cifra di vantaggio all'intervallo lungo (45-35 al 20'). Cantù non molla e vince di misura il terzo quarto e prova a ridurre lo strappo (64-57 al 30'), ma Avellino è implacabile nell'ultimo periodo: distribuzione di punti e minutaggio per il successo finale con il punteggio di 86-71. Il top-scorer è Maarty Leunen che segna 17 punti in 23 minuti di gioco. A seguire Thomas Scrubb con 15, Jason Rich con 14 e Ariel Filloy con 10. Esordio per Ben Ortner che si colloca al posto di Fesenko nelle rotazioni: dopo un giorno di allenamenti, l'austriaco firma 4 punti in 18 minuti di gioco con 7 rimbalzi. La Scandone vince alla presenza di Shane Lawal che ha seguito la gara da bordocampo: prima incursione al DelMauro per il nigeriano che non vede l'ora di tornare in campo.

Si è percepito che siamo riusciamo ad utilizzare tutti e dieci i nostri giocatori e che ci siamo dimostrati solidi nel corso di tutti i 40 minuti. - ha spiegato coach Stefano Sacripanti nel post-gara - Chiaramente l’entrata di Ortner ci ha permesso di avere delle gerarchie piuttosto chiare all’interno dei quintetti e delle rotazioni di gioco. Scrubb ha giocato una partita eccellente, tra rimbalzi, canestri e difesa. È nelle corde di questa squadra alternare qualche giocatore che si erge più a protagonista rispetto agli altri. Siamo riusciti a portare a casa questa importante partita nonostante i pochi giorni che abbiamo avuto per prepararla e siamo stati sempre in grande controllo, tranne che per i primi minuti del terzo quarto. Siamo molto contenti, questo ci dà tanta fiducia per il prosieguo. Inoltre stiamo avanzando in maniera graduale e progressiva e l’intesa migliora di giorno in giorno, specialmente per quanto riguarda i due playmaker, sempre più in possesso di questa squadra. Leunen, proprio come nella scorsa partita, ci ha dato una mano a 360 gradi. Infine ci tengo a dire che da canturino auguro alla società di Cantù che tutto si risolva per il meglio”

Redazione Sport