La palla a spicchi ancora nel caos. Si aspettano FIBA ed ECA

Incognita calendario per la campane di A2 e serie B

la palla a spicchi ancora nel caos si aspettano fiba ed eca

Navigazione a vista e non può essere altrimenti anche nel mondo del basket. Se nel calcio, dalle prime decisioni UEFA, si è innescato un effetto domino che garantisce margine di manovra alle varie federazioni per stabilire i criteri di un nuovo calendario, la pallacanestro italiana attende novità dalla FIBA, ma anche dall’ECA. Il basket europeo prevede due organizzazioni per le coppe continentali e questo aspetto non facilita il compito di un nuovo calendario, che resta fitto e che per il basket prevede anche il torneo pre-olimpico, utile a definire le squadre partecipanti ai Giochi di Tokyo. Nel caso di una conferma del pre-olimpico, il basket italiano dovrà fermarsi prima dell'esordio in un girone che è previsto a Belgrado. Insomma, c’è tanto da riscrivere nel mondo del basket nazionale. Intanto, la LNP ha recepito le indicazioni del Governo in materia fiscale e ha informato i club di Serie A2 e Serie B dei vari differimenti previsti dal decreto Cura Italia. Sul sito ufficiale, la Federbasket ha messo a disposizione tutti i documenti utili in questa fase, sottolineando anche quanto espresso dalla Medicina Sportiva. Stop alle società professionistiche fino al 3 aprile, sospensione per i club dilettantistici fino a nuove indicazioni, stop fino al 30 giugno per il settore giovanile scolastico.