Scosse di terremoto, paura nel Sannio | FOTO

AGGIORNAMENTI | Il sisma avvertito sia in città che in provincia. Scatta l'evacuazione edifici

scosse di terremoto paura nel sannio foto

Dall'Ingv, intanto, hanno fatto sapere che le scosse sono state registrate con epicentro a San Leucio del Sannio e sono state di intensità 3.4 e 3,2, rispettivamente alle 9.06 e alle 9,08. La più forte di magnitudo 3.8 alle 11,36

Benevento.  

Il Sannio trema ancora. Numerose le scosse di terremoto avvertite in mattinata. Le prime intorno alle 9 nel Sannio. Paura a Ceppaloni, San Leucio del Sannio e paesi limitrofi oltre che nella città di Benevento. Dall'Ingv si stima che il movimento tellurico possa aver avuto una magnitudo dai 3.1 ai 3.6, ancora più forte la seconda scossa stimata tra i 3,2 e 3,7. 

Dopo le scosse è scattata l'evacuazione di alcuni istituti scolastici ed edifici pubblici. La sirena dell'Istituto Industriale di viale San Lorenzo a Benevento ha suonato per lunghi minuti per invitare studenti e docenti ad abbandonare le aule. Tante le persone che sono scese dagli Uffici del Tribuanale ed altri uffici pubblici.

A seguito delle due scosse di terremoto registrate il sindaco Clemente Mastella, d’intesa con il prefetto Cappetta e con la Protezione Civile, ha disposto l’immediata chiusura delle scuole e degli edifici pubblici ad eccezione dei servizi e delle strutture emergenziali necessarie per la gestione degli interventi. Alle 10:15 è prevista la riunione del Centro Operativo Comunale presso il Comando della Polizia Municipale LEGGI QUI L'ESITO.

Intanto anche in provincia è scatrtata l'evacuazione di numerosi istituti scolastici. Migliaia di studenti si sono radunati nei luoghi sicuri indicati dai piani di evacuazione. Le scosse sono state avvertite distintamente in decine di Comuni ed anche nella vicina provincia Irpina.

Dall'Ingv, intanto, hanno fatto sapere che le scosse sono state registrate con epicentro a San Leucio del Sannio e sono state di intensità 3.4 e 3.2, rispettivamente alle 9.06 e alle 9,08.

Questa volta per fortuna il piano di evacuazione ha funzionato alla perfezione all'interno degli edifici scolastici. Dopo i problemi registrati durante il primo sciame sismico avvenuto qualche settimana fa, in tutti gli istituti scolastici sono state riviste e pianificate le emergenze anche con esercitazioni. Questa mattina dinanzi alle scuole, infatti, al di là del comprensibile spavento, tutti sono usciti in maniera ordinata e per le primarie, i genitori sono arrivati davanti agli istituti e già sapevano in quale punto sicuro trovare i propri figli. 

I vigili del fuoco e i tecnici di Comune e Provincia stanno eseguendo già le prime verifiche per stabilire l'eventuale presenza di danni. 

AGGIORNAMENTI

- Nuova forte scossa alle 11.36: secondo l'Ingv di magnitudo compresa tra 3.6 e 4.1 della scala Richter

- In corso nella caserma della Polizia Municipale l'incontro del Coc: è arrivato anche il sindaco Mastella

-Nuova scossa alle 10 e 30 di magnitudo ancora da definire, ma dovrebbe essere ancora intorno ai 3 gradi della scala Richter

-Chiusa l'Università degli Studi del Sannio, chiusi anche gli uffici provinciali. 

- Altre due scosse, una di magnitudo compresa tra 3.2 e 3.7 e una compresa tra 3 e 3.5 sono state registrate e avvertite nel Sannio: si sono verificate alle 9.53 e alle 9.52

Numerose le telefonate al 115 da parte di istituti scolastici e privati cittadini . Nelle prossime ore si valuterà la presenza di danni agli edifici. Ancora puara a Benevento poco prima di mezzogiorno quando un'altra scossa di 3.8 ha fatto tremare i palazzi. Gente nuovamente in strada e traffico paralizzato in numerose zone delal città. 

LEGGI ALTRI ARTICOLI CORRELATI