Avellino, riecco Marten Wilmots: blitz al Partenio-Lombardi

Prove generali in vista della trasferta di Ladispoli mentre si lavora al ritorno del '99 belga

avellino riecco marten wilmots blitz al partenio lombardi
Avellino.  

 

di Marco Festa

L'onore e l'onere di essere ufficialmente la squadra che rappresenta la città di Avellino e, non di meno, la sua provincia. Dopo la definitiva estromissione dal professionismo dell'U.S. Avellino, sancita dal Tar del Lazio, per il Calcio Avellino è arrivato il momento di assumersi il compito di far rimarginare le ferite sanguinanti dei tifosi biancoverdi riportandoli nei palcoscenici che gli sono stati strappati per effetto di errori grossolani, pagati a carissimo prezzo. Le attese sono finite. È arrivato il momento di voltare pagina ed conto alla rovescia per l'esordio assoluto e stagionale in Serie D. Domenica, alle 15, allo stadio “Sale”, contro il neo-promosso Ladispoli, la prima giornata del girone G. Questo pomeriggio la preparazione è entrata nella sua fase conclusiva. Al “Partenio-Lombardi”, che stamane è stato al centro di un tavolo in Comune tra la vecchia e la nuova proprietà – è ancora corsa contro il tempo per aprire le porte mercoledì prossimo, in Coppa Italia, contro il Nola – i lupi hanno sudato sotto gli occhi di Marten Wilmots. Il talentuoso centrocampista belga, classe '99, ha fatto ritorno in Italia ed ha assistito alla seduta di allenamento pomeridiana in compagnia di sua madre, suo padre Marc, leggenda del football mondiale, e dell'amico di famiglia Graziano Porcelli. Alla fine della sessione di lavoro ha incontrato il direttore sportivo Carlo Musa per definire i dettagli di un'intesa che il ragazzo vorrebbe fortemente per tornare a vestire il biancoverde, solo assaporato sponda Uesse. Sul fronte campo ha lavorato a parte Sforzini e sono ufficiali gli ingaggi di cinque under: Bruno ('00), Carbonelli ('00), Mentana ('99) e Tompte ('99). Nel Lazio, il tandem d'attacco sarà composto da De Vena e Ciotola; la coppia difensiva centrale da Morero e Mikhailovsky, mentre a centrocampo Buono e il già citato Tompte si contendono una maglia: qualora la spuntasse il primo, Gerbaudo agirebbe largo a sinistra nel settore nevralgico in cui il punto fermo sarà rappresentato da Matute.

Clicca qui per vedere il servizio, con le immagini del pomeriggio dal "Partenio-Lombardi" (video tratto da OttoChannel.tv)