Finale teso, Braglia non parla. D'Agostino: "Ora ripartiamo"

Il presidente: "Vittoria importante. Capuano? L'ho salutato, è stato un piacere rivederlo"

finale teso braglia non parla d agostino ora ripartiamo
Avellino.  

Giorni di grande pressione alle spalle. Poi il match a Potenza, vinto con il finale di 1-0, dopo una partita nella partita; a colpi di battibecchi con il collega Ezio Capuano. Un "duello" acceso per tutto l'arco della gara, a cui è seguito un finale teso, vissuto con il direttore sportivo Salvatore Di Somma al cospetto dell'ex allenatore dei lupi. Il tecnico dell'Avellino, Piero Braglia, ha preferito non parlare. Lo ha fatto, però, il presidente D'Agostino, al seguito della squadra allo stadio “Viviani”: “Speriamo che il periodo difficile sia alle spalle e che si incominci da dove avevamo lasciato. La vittoria maturata è importante. La squadra c'è, è forte e ora dobbiamo dire la nostra. Ho fiducia nei ragazzi e nel mister. Maniero? Senza dubbio è uno dei top-player della squadra, deve solo raggiungere la migliore condizione. Capuano? L'ho salutato, è stato un piacere rivederlo. Era una sfida dal valore significativo per entrambe. Abbiamo vinto con grinta, determinazione e meritato. Ci voleva per mettersi alla spalle le critiche e le difficoltà. Ora c'è la Virtus Francavilla, un'altra trasferta, ci arriviamo con un morale più alto e andremo come sempre per vincere anche lì.”