Campilongo: "Braglia caro amico, ma vogliamo fare risultato"

Avellino - Cavese, la vigilia nelle parole del tecnico dei blufoncè. Ecco la probabile formazione

campilongo braglia caro amico ma vogliamo fare risultato
Avellino.  

Dopo la sconfitta beffa oltre il novantesimo, al “Lamberti”, contro il Palermo, la Cavese di Salvatore Campiolongo è pronta a sfidare l'Avellino al “Partenio-Lombardi”. Domani, alle 17,30, giù il sipario sul girone di andata. Fuori gli acciaccati De Rosa, Nunziante e Onisa, dentro il neo-acquisto Calderini, che ha preso il posto di Russotto, ceduto al Catania. Farà coppia, in attacco, con un altro volto nuovo della rivoluzione in corso per cercare di abbandonare l'ultimo posto, l'ex Juve Stabia Bubas. La partita a scacchi con Braglia è già iniziata. Sarà confronto tra 3-5-2 e tra due tecnici che si rispettano, dentro e fuori dal campo. Alle parole d'elogio dell'allenatore toscano, il collega campano ha replicato: “Piero è un caro amico, un grandissimo allenatore e una bravissima persona. Ha vinto molto, conosce bene questo campionati. Ha a disposizione un parco attaccanti da Serie B. So come fa giocare la sua squadra, è un allenatore sanguigno come me, che vuole tutto dalla sua squadra. Lo saluto da caro amico qual è, ma domani cercheremo di fare una grande partita e di portare a casa un risultato importante.”

Sotto col derby: “Sarà una partita difficile, così come tutte nel girone C di Serie C. Speriamo che nel prosieguo arrivino tempi migliori per noi, magari con un'organizzazione diversa e giocatori diversi che ci consentano di giocarcela alla pari, anche perché, a oggi, abbiamo tante defezioni. I neo-acquisti? Calderini, Gatto e Bubas sono giocatori molto versatili sull’aspetto tecnico e tattico, un po’ diversi da Germinale, che è più forte fisicamente. Sono calciatori che attaccano la profondità e possono giocare sia a due sia a tre in attacco, una cosa fondamentale nel calcio di oggi. Calderini sta bene ed è pronto, ha giocato tanto, a differenza di Gatto che magari ha meno partite nelle gambe. Valuterò la situazione.”

Difesa in emergenza dopo le cessioni di Tazza e Cannistrà; per effeto della squalifica di Matino: “Preferisco rimandare la questione alla prossima settimana e non parlarne alla vigilia di una partita importante come quella di domani. La società sa quello che a noi manca e dove dobbiamo intervenire. Domani mi aspetto una grande prova da parte dei ragazzi che ho a disposizione, in particolare di avere meno paura in certe situazioni e più intraprendenza. Di mercato non se ne parla mai prima di una partita. Dovrò scegliere tra la gioventù e la freschezza di Granata o l’esperienza e la forza di Favasuli, anche perché non ho altre alternative. Un'ultima cosa, sul mercato, però, voglio dirla. Devo spezzare una lancia in favore della società perché non è facile fare trattative con i tempi che corrono. Purtroppo, per l’allenatore non è facile gestire un gruppo di giocatori durante una sessione di trasferimenti.”

Sponda biancoverde, Carriero prenota una maglia da titolare a centrocampo. Illanes è in rampa di lancio per iniziare la sua seconda avventura all'ombra del Partenio. Nel reparto avanzato, Bernardotto potrebbe lasciare il posto a Maniero.

L'elenco dei 22 convocati.

Portieri: 1. Bisogno, 22. Paduano, 38. Russo.

Difensori: 3. Ricchi, 13. Marzupio, 26. De Vito, 27. De Franco, 36. Semeraro, 39. Granata.

Centrocampisti: 5. Lulli, 8. Favasuli, 15. Cuccurullo, 34. Pompetti.

Attaccanti: 9. De Paoli, 17. Gatto, 18. Montaperto, 19. Oviszach, 20. Germinale, 31. Calderini, 35. Senesi, 37. Vivacqua, 40. Bubas.

La probabile formazione.

Cavese (3-5-2): Russo; Marzupio, Favasuli, De Franco; Senesi, Cuccurullo, Pompetti, Lulli, Ricchi; Bubas, Calderini. All.: Campilongo.