Avellino, cinque novità dall'inizio contro la Vibonese

Quattro obbligate da infortuni e squalifiche, l'altra per ragioni di turnover. Lupi in Calabria

avellino cinque novita dall inizio contro la vibonese
Avellino.  

Cinque novità dall'inizio, di cui quattro obbligate. L'Avellino è pronto per la sfida in trasferta con la Vibonese. I biancoverdi hanno iniziato il ritiro pre-partita già nella serata di ieri, per fare gruppo e tenere alta la concentrazione, come testimoniato anche dalla presenza di infortunati e squalificati. Questa mattina la partenza alla volta della Calabria dove domani, 17,30, al “Razza”, proverà a chiudere i giochi per il secondo posto in classifica puntando a un blitz che taglierebbe fuori dai giochi il Bari, impegnato al “San Nicola”, contro il Palermo, e costringerebbe il Catanzaro, di scena al “Cervolo”, contro il Catania, a vincere per tenere accesa la già flebile fiammella della speranza di una clamorosa rimonta sui lupi. Clima disteso, con Carriero grande protagonista non solo in campo, ma anche degli scatti social dei compagni di squadra, sul pullman partito alla volta della prossima meta di campionato. Tornando al capitolo formazione, Braglia non potrà contare, per la seconda partita consecutiva, su Santaniello: l'attaccante è ancora positivo al Covid ed è, ovviamente, rimasto in Campania. Rocchi e Miceli sostituiranno Luigi Silvestri, infortunato, e Dossena, squalificato. Più remota l'eventualità di impiego di Ciancio nella linea a tre, davanti a Forte, che sarà completata da Illanes. A centrocampo toccherà a De Francesco e Adamo sostituire Carriero e Tito, appiedati per un turno dal giudice sportivo. Con l'ex Reggina perno centrale della mediana, Aloi fungerà da mezzala destra e D'Angelo blinderà il pacchetto agendo da interno di sinistra. Le alternative? L'improbabile utilizzo di Baraye sulla corsia mancina; quello di Adamo o Rizzo su quella destra, qualora Ciancio giocasse in difesa; Adamo o Rizzo in mediana, al posto di De Francesco, con Aloi che tornerebbe in cabina di regia. In attacco l'altra ed ultima variazione rispetto all'undici schierato nella gara casalinga. Fella, match-winner con i pugliesi, partirà titolare. Bernardotto, ex di turno, è in vantaggio su Maniero per sostituirlo. Laezza ed Errico potrebbero, infine, giocare uno spezzone di gara.