La Scandone attende Ricci, ma ha già pronte tre alternative

Preparatore atletico: dopo il ritorno di Papa a Caserta c'è Baldi in pole position

la scandone attende ricci ma ha gia pronte tre alternative
Avellino.  

Dopo Obekpa, Chappell e Treier, ecco il quarto innesto ufficiale nel roster formato 2019/2020 della Sidigas Avellino, che ha comunicato "di aver raggiunto l'accordo fino al termine della stagione con il cestista, classe 1994, Brandon Taylor." Il neo-playmaker biancoverde, con il quale era stata perfezionata un'intesa da giorni, come testimoniato dagli scatti che lo avevano immortalato in città, in compagnia del direttore sportivo Nicola Alberani; 178 centimetri d'altezza per 78 kilogrammi, è reduce da un'esperienza tra le file dal Bergamo Basket ed ha all'attivo già tre esperienza in Europa.

Annunciato il "sì" di Taylor, le attenzioni in casa Scandone sono ora totalmente rivolte alla risposta di Giampolo Ricci rispetto all'offerta che gli è stata formulata: dentro o fuori entro questa settimana. L’atleta romano ha deciso di prendersi ancora qualche ora di tempo prima di sciogliere le sue riserve; la sua decisione è cruciale per definire le strategie per il prosieguo del mercato irpino: se accetterà, i lupi inseriranno una pedina italiana in quintetto, viceversa saranno costretti a trovare un’alternativa innestando, giocoforza, una pedina straniera nella posizione di ala forte ed un italiano come cambio del playmaker: Marco Giuri, Tommaso Laquintana e Riccardo Bolpin.

Intanto, come ormai noto, il preparatore atletico Domenico Papa ha firmato in B per Caserta, facendovi ritorno. In pole per sostituirlo c'è Andrea Baldi.