Avellino - Padova, torcida biancoverde. Le formazioni ufficiali

Al "Partenio-Lombardi" il ritorno della semifinale playoff di Serie C

Avellino.  

Dentro o fuori, Avellino o Padova: al Partenio-Lombardi (ore 17,30) si fermerà il cammino di una delle due squadre e, per l'altra, si spalancheranno le porte della finale playoff di Serie C. Si riparte dall'1-1 maturato mercoledì scorso, all'Euganeo, con la reciproca necessità di vincere entro il novantesimo. Altrimenti, con buona pace delle coronarie dei tifosi, si andrà avanti a oltranza: supplementari ed eventuali calci di rigore per stabilire chi contenderà la promozione in Serie B ad Alessandria o Albinoleffe (piemontesi corsari per 2-1 nella gara di andata; al Moccagatta calcio d'inizio alle 20,45).

La vigilia è stata testa. Per usare un eufemismo. Naturale conseguenza di una lunga coda polemica che si è ingenerata dopo il fischio d'inizio del primo round, con il tecnico biancoscudato Mandorlini, che ha duramente contestato la direzione arbitrale e continuato lungo il solco tracciato con una conferenza stampa pre-partita, piena zeppa di punzecchiature all'ambiente irpino. Da qui la reazione altrettanto opinabile, attraverso facebook, non propriamente la sede designata per una replica, del direttore Di Somma, che ha apostrofato l'allenatore dei veneti scatenato un botta e risposta di comunicati ufficiali tra i club. Per fortuna, viene da dire, la parola passa al campo.

Sugli spalti 1000 cuori biancoverdi pulseranno all'unisono. Prima della partita la squadra è stata incoraggiata e caricata dai supporter della città e della provincia, che si sono dati appuntamento, a partire dalle 15, nei pressi dello stadio, per attendere l'arrivo del pullman (vedi video in apertura).

Avellino – Padova, le formazioni ufficiali.

Avellino (3-5-2): Forte; Laezza, Dossena, Illanes; Rizzo, Adamo, Aloi, D’Angelo, Tito; Fella, Maniero. A disp.: Pane, Leoni, Rocchi, Silvestri L., Baraye, De Francesco, Silvestri M., Errico, Santaniello, Bernardotto. All.: Braglia.

Padova (4-3-2-1): Dini; Germano, Kresic, Rossettini, Curcio; Hraiech, Della Latta, Halfredsson; Chiricò, Ronaldo; Paponi. A disp.: Vannucchi, M. Mandorlini, Jelenic, Biancon, Vasic, Firenze, Biasci, Andelkovic, Nicastro, Pelagatti, Bifulco, Ejesi. All.: A. Mandorlini.

Arbitro: Andrea Colombo della sezione di Como. Assistenti: Dario Garzelli della sezione di Livorno e Claudio Barone della sezione di Roma 1. Quarto ufficiale: Fabio Natilla della sezione di Molfetta.